Così parlo Zarathustra

Dieci verità al giorno devi trovare

 Žarko Bašeski
Dieci volte al giorno devi superare te stesso: ciò procura una buona stanchezza ed è papavero per l’anima. Dieci volte devi riconciliarti con te stesso: perché superarsi è amarezza, e dorme male chi non si è riconciliato. Dieci verità al giorno devi trovare; altrimenti ⋯

Delle tarantole

Karl Schmidt Rottluff ⋯ I farisei
Guarda, è questa la caverna della tarantola! Vuoi proprio vederla? Qui pende la sua rete: toccala perchè vibri.
Essa viene volenterosa; benvenuta, tarantola! Nero porti sul dorso il tuo segno triangolare; e io so pure che cosa sta nell’anima tua.
V’è della vendetta nell’anima ⋯

Gli uomini sublimi

  ⋯
Silenzioso è il fondo del mio mare: chi indovinerebbe che vi si nascondono bizzarri mostri?
Inalterabile è la mia profondità: ma essa risplende di enigmi e di risa a fior d’onda.
Un sublime, vidi oggi, un solenne, un penitente dello spirito: oh, quanto rise ⋯

Dei dispregiatori del corpo

Egon Schiele ⋯
Il corpo è una grande ragione, una pluralità con un solo senso, una guerra e una pace, un gregge e un pastore. Strumento del tuo corpo è anche la tua piccola ragione, fratello, che tu chiami ‘spirito’, un piccolo strumento e un giocattolo della ⋯

Gli uomini sublimi

 ⋯
Silenzioso è il fondo del mio mare: chi indovinerebbe che vi si nascondono bizzarri mostri?
Inalterabile è la mia profondità: ma essa risplende di enigmi e di risa a fior d’onda.
Un sublime, vidi oggi, un solenne, un penitente dello spirito: oh, quanto rise ⋯

L’esagerazione

Egon Schiele ⋯ Io amo gli uomini che cadono, se non altro perché sono quelli che attraversano. ⋯

Lo spirito di gravità

 ⋯
Nutrito di cose innocenti, con poco, sempre pronto e impaziente di volare, di volar via, questa è la mia specie: come potrebbe non esservi qualcosa degli uccelli! Tanto più che io sono nemico dello spirito di gravità, come lo sono gli uccelli: e ne ⋯

Prima del levar del sole

Egon Schiele ⋯ Anton Faistauer
Oh cielo, su la mia testa! Oh tu puro, profondo abisso di luce! Nel contemplarti fremo di desideri divini.
Slanciarmi nelle tue altezze — ecco la mia profondità! Celarmi nella tua purezza — ecco la mia innocenza!
Un Dio si vela della propria bellezza: ⋯

La figura di Nietzsche

 ⋯  ⋯  ⋯  ⋯

Mosche velenose

Zdzislaw Beksinski ⋯
Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dal pungiglione dei piccoli. Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all’albero che tu ami, quello dall’ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul ⋯

Tramite me danza un dio

 ⋯
Di tutto quanto è stato scritto, io amo solo ciò che uno scrive con il suo sangue.
Scrivi con il sangue: scoprirai che il sangue è spirito.
Non è facile capire il sangue altrui: io odio gli oziosi che leggono.
Chi conosce il lettore ⋯

Interrogare e tentare

 ⋯
Chiamo infelici tutti coloro che hanno soltanto una scelta: divenire bestie feroci, o feroci domatori di bestie; presso di loro non vorrei drizzar la mia tenda. Chiamo ancora infelici coloro che devono sempre attendere – essi non sono di mio gusto, tutti questi doganieri, ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi