Egon Schiele

Personalità sensibile e inquieta, aderì alle regole formali della secessione viennese, ma successivamente elaborò una personale linea figurativa, sciolta ed essenziale, la cui cifra stilistica è costituita da una secondarietà del colore rispetto anl nero, dalle forme spezzate e da una acuta indagine sul corpo umano come approdo ai paesaggi interiori della psiche. …altre info

Destini incrociati

Egon Schiele ⋯ Ritratto di Wally Nel 1907 il Caffè Museum di Vienna è il teatro di un incrocio destinato a segnare la storia dell’arte: il pittore Gustav Klimt, al tempo quarantacinquenne, incontra il giovanissimo Egon Schiele, anche lui appassionato di pittura. Malgrado i 28 anni che li separano, capiscono ⋯

La sincera amicizia

Egon Schiele ve Gustav Klimt Ancora oggi non conosco nulla di più prezioso al mondo di una solida e sincera amicizia fra uomini. ⋯

L’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni

Egon Schiele ⋯ L'opera di un artista e di un uomo che si avviano alla maturità A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di trovarsi dinnanzi un miracolato ⋯

Espressionismo austriaco

Espressionismo austriaco
Egon Schiele, grande rappresentante dell’espressionismo austriaco e uno dei più brillanti disegnatori di tutti i tempi; talento precoce, tanto che fu considerato, da molti dei suoi contemporanei, come il successore predestinato di Gustav Klimt, anche se non poté adempiere questa promessa, poiché morì, alla ⋯

Uno dei più geniali disegnatori

Egon Schiele ⋯ Composition with Three Male Nudes Otto Benesch, che fin dall’infanzia, e attraverso il padre, ebbe familiarità con i lavori di Schiele, lo ha definito, con ragione, «uno dei più geniali disegnatori di tutti i tempi». Pochi artisti dopo di lui sapranno riprodurre elementi sia formali che emozionali servendosi del ⋯

Ritratto di donna sul Danubio

Egon Schiele – Gustav Klimt ⋯ Ritratto di donna sul Danubio Il dipinto è documentazione dell’incontro avvenuto tra Egon Schiele e Gustav Klimt nel 1907 – 1908, quando Klimt andò a trovare Schiele nel suo studio a Grünbergstrasse vicino a Schönbrunn e avvenne lo scambio di lavori artistici, periodo in cui Schiele dipinge la natura ⋯

La calza verde

Egon Schiele ⋯ La calza verde
L’attenzione artistica di Egon Schiele è concentrata essenzialmente sulla figura umana, in particolare su quella femminile, che rappresenta con una vasta e varia gamma espressiva: donne intense, altere, sicure di sé; ritratti ed autoritratti di un profondo spessore psicologico; coppie avvinte in erotici abbracci ⋯

La passione del corpo umano

Egon Schiele ⋯ Dancer
L’applicazione artistica di Egon Schiele è concentrata essenzialmente sulla figura umana, in particolare su quella femminile, la cui dolcezza è dovuta a una passione per queste modelle, visto il profondo legame che il pittore aveva con loro. ⋯

Magma emozionale di colore

Egon_Schiele ⋯
Nella fase finale della sua vita il tratto si fa più nervoso raggiunge la massima libertà espressiva realizzando molti paesaggi soprattutto delle cittadine di Krumau e Neulengbach. Lavori in cui è sempre presente un costante senso drammatico e una visione della realtà sofferta e ⋯

Tormento ed estasi

Egon Schiele ⋯ Il Cardinale e la suora
Schiele ossessionato dall’amore, il sesso e la morte, torna al tema del bacio a Vienna 1900, con “Il Cardinale e la suora“, esprimendo una sessualità più violenta, spinta fino all’estrema provocazione. La sua pittura rivoluzionaria sfida l’ordine sociale, rifiutando le armi pubbliche ⋯

Excesses

Egon Schiele ⋯ Locandina del film Excesses
La breve e controversa vita dell’artista Egon Schiele e della sua prima moglie alla vigilia della prima guerra mondiale, nella Vienna pre-freudiana. I disegni di Schiele, raffiguranti nudi di giovani ragazze, furono all’epoca considerati pornografici, inoltre fu imprigionato (e poi assolto) per aver sedotto ⋯

L’impatto estetico di due ombre

Egon Schiele ⋯
Nelle opere in movimento di Schiele c’è sempre un gioco di forze tra istinti di vita e di morte. Arthur Roessler suggerisce che dietro la maschera timorosa e selvaggia di Schiele ci sia uno spazio interiore ricco ed antinomico. “Egon dagli occhi neri  ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi