Frammenti postumi

Il nuovo brivido

Denis Sarazhin
L’uomo moderno crede sperimentalmente ora a questo ora a quel valore, per poi lasciarlo cadere. Il circolo dei valori superati e lasciati cadere è sempre più vasto. Si avverte sempre più il vuoto e la povertà di valore. Il movimento è inarrestabile, sebbene si ⋯

Non sono abbastanza forte per il nord

⋯  ⋯ Non sono abbastanza forte per il nord: là imperversano gli spiriti pedanti ed artefatti, che non sanno fare altro che lavorare alle norme della convenienza, come il castoro alla sua costruzione. Ho vissuto tutta la mia gioventù fra gente simile! Mi è venuto in ⋯

Il soggetto come pluralità

 ⋯
Forse non è necessario assumere un soggetto unico; forse è altrettanto permesso assumere una pluralità di soggetti, la cui fusione e lotta stiano alla base del nostro pensiero e in genere della nostra coscienza. Una specie di aristocrazia di cellule in cui risiede il ⋯

Nessuno mi sente cantare

 ⋯
Tutti parlano, tutto viene dilaniato dalle parole; e quanto oggi ancora sembra troppo duro per le zanne del tempo, domani, escoriato e scorticato, penderà da mille fauci.
Tutti parlano, tutto passa inascoltato […] Tutti parlano, nessuno che voglia ascoltare. Tutte le acque si precipitano ⋯

Pluralità di forze

Egon Schiele ⋯
L’io non è la posizione di un essere rispetto a più esseri (istinti, pensieri, e così via); bensì, l’ego è una pluralità di forze di tipo personale, delle quali ora l’una ora l’altra vengono alla ribalta come ego, e guardano alle altre come un ⋯

L’individuo è un errore

 ⋯
Io distinguo tra l’individuo esistente solo nell’immaginazione e il sistema reale che ognuno di noi è; le due cose vengono fuse insieme in una sola, mentre l’individuo è solo una somma di sensazioni, giudizi, errori coscienti; una fede; un piccolo frammento del reale sistema ⋯

La cultura di rovescio

Egon Schiele ⋯
I grandi momenti della cultura, moralmente parlando, sono i tempi della corruzione; le epoche dell’addomesticamento voluto e forzato dell’uomo (“civiltà”) sono invece tempi di intolleranza per le nature più spirituali e ardite. La civilizzazione vuole qualcosa di diverso da ciò cui aspira ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi