Mobilità di fondo dell’esistenza

 ⋯ Giovanni Sesia
L’interprete e il testo posseggono ciascuno il proprio orizzonte, e ogni comprendere rappresenta una fusione di tali orizzonti. La comprensione non va intesa tanto come un’azione del soggetto, quanto come l’inserirsi nel vivo di un processo di trasmissione storica, nel quale passato e ⋯