I Canti di Maldoror

I colpi della vecchiaia

 ⋯
Gettate un po’ di cenere sulla mia orbita infuocata. Non fissate il mio occhio che non si chiude mai. Capite le sofferenze che patisco? Appena la notte esorta gli umani al riposo, un uomo che conosco cammina a grandi passi nella campagna. Temo che ⋯

Tuttavia il mio cuore batte

 ⋯
Sono sporco. Roso dai pidocchi… Io non conosco l’acqua dei fiumi, né la rugiada delle nubi. Sulla nuca, come su un letamaio, mi cresce un fungo enorme… Seduto sopra un mobile informe, non muovo le membra da quattro secoli. I miei piedi hanno messo ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi