Sorrideva come un angelo meticoloso

Egon Schiele ⋯
Tutte le persone che incontrarono Franz Kafka nella giovinezza o nella maturità, ebbero l’impressione che lo circondasse una «parete di vetro».
tava là, dietro il vetro trasparentissimo, camminava con grazia, gestiva, parlava: sorridendo come un angelo meticoloso e leggero; e il suo ⋯