Kinga Britschgi

Disegnare il mondo

⋯ Kinga Britschgi ⋯
Un uomo si propone il compito di disegnare il mondo. Trascorrendo gli anni, popola uno spazio con immagini di province, di regni, di montagne, di baie, di navi, d’isole, di pesci, di dimore, di strumenti, di astri, di cavalli e di persone. Poco prima ⋯

Possibilità del linguaggio

⋯ Kinga Britschgi ⋯ Sono gli eventi che rendono possibile il linguaggio. Ma rendere possibile non significa far cominciare. Si comincia nell’ordine della parola, non in quello del linguaggio, in cui tutto deve essere dato simultaneamente, in un colpo unico. Vi è sempre qualcuno che comincia a parlare; ⋯

Il “come” stiamo insieme

 ⋯ Kinga Britschgi ⋯
Una persona con la quale stiamo in compagnia viene assalita dalla tristezza. Cosa accade? La persona divenuta triste si chiude, diventa inaccessibile, pur senza mostrare durezza nei nostri confronti. Eppure stiamo insieme a lei come al solito, magari ancora più di frequente, e siamo ⋯

Vi dedicate alla conversione di qualcuno?

 ⋯ Kinga Britschgi ⋯
Non sarà mai per operare in lui la salvezza, ma per obbligarlo a patire come voi, perché egli si esponga alle stesse prove e le attraversi con la stessa impazienza. Vegliate, pregate, vi tormentate? Faccia altrettanto anche quest’altro, sospiri, urli, si dibatta in mezzo ⋯

Quando si ammira

⋯ Kinga Britschgi ⋯ Tu puoi sapere, se sospendi il sapere. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi