La tentazione di esistere

Vivere giorno per giorno

Corrado Cagli
Dopo tante frodi e imposture, conforta starsene a guardare un mendicante. Lui almeno non mente, né mente a se stesso: la sua dottrina, se ne ha una, egli la incarna; il lavoro, non lo ama e lo dimostra, poiché non desidera possedere nulla, coltiva ⋯

L’oggetto essenziale della loro meditazione

Egon Schiele ⋯ The Portrait Cogliamo la ragione per cui né la Russia né la Spagna hanno mai prodotto un filosofo di grande levatura.
Il fatto è che il filosofo deve affrontare le idee da spettatore; prima di assimilarle, di farle proprie, deve considerarle dall’esterno, dissociarsene, soppesarle e, se ⋯

A furia di viltà

Egon Schiele ⋯ La morte e la ragazza Poiché il mal di volontà è per giunta piacevole, di buon grado ci si abbandona ad esso. Niente di più dolce che trascinarsi al di qua degli avvenimenti; e niente di più “ragionevole“.
Ma senza una buona dose di demenza, nessuna iniziativa, ⋯

Deterioramento dell’affettività

Egon Schiele ⋯ Self-portrait with chinese lantern plant L’abitudine al ragionamento e alla speculazione è indice di un’insufficienza vitale e di un deterioramento dell’affettività.
Pensano con metodo soltanto coloro i quali, grazie alle loro insufficienze, giungono a dimenticare se stessi, a non far più corpo con le proprie idee: la filosofia, appannaggio ⋯

Asservire la coscienza all’atto

Egon Schiele ⋯ Moeder met kindereng
Un minimo d’incoscienza è necessaria se ci si vuole mantenere nella storia.
Agire è una cosa; sapere che si agisce è un’altra.
Quando la chiaroveggenza investe l’atto e vi si insinua, l’atto si disfa e con esso il pregiudizio, la cui funzione consiste appunto ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi