Les fleurs du mal

Le voyage

Egon Schiele &#8943 Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell’abisso, inferno o cielo che importa? Giù nell’ignoto per trovarvi del nuovo! ⋯

L’Irrémédiable


Essere, Forma, Idea, dall’abbaglio
azzurro giù nello Stige finito,
nel limo plumbeo e vischioso smarrito,
ove non v’è del ciel lume o spiraglio: un Angelo, maldestro viaggiatore,
tentato dall’amore del difforme,
entro la rete d’un incubo enorme
si va agitando come un nuotatore, e ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi