Purità del filosofare

 ⋯
[…] vano diviene anche parlare di «purità» del filosofare: se «puro» infatti significa qualcosa, significa la negazione di ciò che si «compone con altro» e altera in questa composizione se stesso. ⋯