Maurice Blanchot

Maurice Blanchot è stato uno scrittore, critico letterario e filosofo francese. Wikipedia Fonte: Wikipedia

Movimento illimitato

Markus Schinwald
Fra i teorici del romanzo, le espressioni per definire il medesimo vizio – scrivere – si moltiplicano all’infinito. Tra queste ce n’è una del critico e filosofo francese Maurice Blanchot che dice: “Scrivere è scongiurare gli spiriti, è forse liberarli contro di noi ⋯

Intimità aperta

Octavian Florescu
Kafka individuava il momento esatto in cui la scrittura ha potuto trasformarsi per lui in letteratura: il momento in cui ha potuto sostituire “Io” con “Egli“. Quando lo scrittore priva l’opera dell’ingombro della propria persona, quando ha la forza di ⋯

Lotta fra lo stato e il non-stato

André-Gilbert Schmucki Quale può essere la politica della singolarità qualunque, cioè di un essere la cui comunità non è mediata da alcuna condizione di appartenenza (l’esser rosso, italiano, comunista) né dalla semplice assenza di condizioni (comunità negativa, quale di recente è stata proposta in Francia da ⋯

Si scrive per scomparire

⋯ Tina Sgrò ⋯
Tutta la critica e tutta l’analisi letteraria consistono, essenzialmente a partire dal XIX secolo, in uno studio dell’opera per scoprire attraverso questa il volto dell’autore, le forme assunte dalla sua vita mentale e sentimentale, la sua individualità concreta e storica. Vi fu un’epoca nella ⋯

Ogni volta unica, la fine del mondo

 ⋯ Ogni volta unica, la fine del mondo è un’opera singolare di Derrida, si fa fatica a includerla nella sua produzione filosofica, perché a tratti assume i toni del diario intimo, dell’aneddoto biografico. Il testo ci invita a una lettura che sia piana, pacata e ⋯

Scrivere per non morire

Trini Schultz ⋯ Ogni volta che vi si presenti l’occasione di essere più tentati dalla vita che dallo scriverne, siate suicidali: il resto viene da sé.Aldo Busi Scrivere per non morire, affidarsi alla sopravvivenza delle opere, è quanto lega l’artista al proprio compito. Il genio affronta la ⋯

La parte del fuoco

 ⋯
L’espressione più bella, più fondamentale per definire cosa sia la letteratura, non solo nella società occidentale del XIX e del XX secolo, ma nel suo rapporto con tutta la cultura occidentale di questa epoca [è di Blanchot]. [Egli] ha delimitato alla perfezione uno spazio ⋯

L’insieme dei sintomi di una malattia

 ⋯
Scrivere non è raccontare i propri ricordi, i propri viaggi, i propri amori e i propri lutti, i propri sogni e i propri fantasmi. Sarebbe come peccare per eccesso di realtà, o d’immaginazione: in ambedue i casi è l’eterno papà-mamma, struttura edipica che si ⋯

L’Anti-Edipo

 ⋯
[…] la fuga schizofrenica stessa non consiste solo nell’allontanarsi dal sociale, nel vivere ai margini: essa fa fuggire il sociale attraverso la molteplicità dei fori che lo rodono e lo trapassano, sempre in presa diretta su di esso, sempre in atto di disporre ovunque ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi