Odissea

Pulviscolo di discorsi critici

Mathias Stomer
C’è una particolare forza dell’opera che riesce a farsi dimenticare in quanto tale, ma che lascia il suo seme. La definizione che possiamo darne allora sarà: I classici sono libri che esercitano un’influenza particolare sia quando s’impongono come indimenticabili, sia quando si nascondono nelle ⋯

Il paradosso della libertà

 ⋯ In una versione apocrifa del famoso episodio tratto dall’Odissea, Lion Feuchtwanger sostenne che i marinai ammaliati dalla maga Circe trasformati in scrofe trovarono oltremodo soddisfacente la loro nuova condizione e si opposero disperatamente ai tentativi di Ulisse di ridare loro sembianze umane.
Allorché ⋯

Calipso a Ulisse

 ⋯
Quello che sono è quasi nulla, caro. Quasi mortale, quasi un’ombra come te. È un lungo sonno cominciato chissà quando e tu sei giunto in questo sonno come un sogno. Temo l’alba, il risveglio; se tu vai via, è il risveglio. ⋯

Tu non sei Odisseo

 ⋯ Così dicendo baciò il figlio e per le guance il pianto a terra scorreva: prima l’aveva frenato.
Telemaco – poiché non ancora credeva che fosse il padre – gli disse di nuovo, rispondendo, parole: .
«No, tu non sei Odisseo, non sei il  ⋯

Nessuno mi uccide con l’inganno

 ⋯
Allora io standogli accanto dissi al Ciclope tenendo con le mani una ciotola di nero: “su, bevi il vino, Ciclope, dopo aver mangiato la carne umana, perché tu sappia che bevanda è questa che alla nostra nave serbava. Te lo avevo portato in  ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi