Poesie

Le ragazze

Egon Schiele ⋯
Le ragazze, quelle che camminano,
con stivali di occhi neri
sui fiori del mio cuore.
Le ragazze, che hanno abbassato le lance
Sul lago delle proprie ciglia.
Le ragazze, che si lavano i piedi
Nel lago delle mie parole. ⋯

Il mondo è un sogghigno

Egon Schiele ⋯
Dal sacco
Per terra si son sparse le cose.
E io penso che il mondo
È solo un sogghigno
Che brucia appena
Sulle labbra di un impiccato. ⋯

Riflessi dell’arte

Egon Schiele ⋯
…che solo
nei riflessi dell’arte l’uomo vede
l’incendio senza scampo della vita… ⋯

L’incendio senza scampo

 ⋯
Come è penoso andare fra la gente
e fingere di non essere morto
e raccontare a chi non ha vissuto
il giuoco falso e tragico del male;
e contemplando il proprio incubo notturno
scoprire un’armonia nel discordante
mulinello dell’essere, ché solo
nei riflessi dell’arte ⋯

Le frivolezze

  ⋯ Egon Schiele  ⋯ A furia di frivolezze siamo usciti di senno. ⋯

All’amato me stesso

Egon Schiele ⋯
Oh s’io fossi
silenzioso,
come il tuono…
io gemerei
stringendo con un brivido
il decrepito eremo della terra…
Se urlerò
a squarciagola con la mia voce immensa,
le comete torceranno le braccia fiammeggianti,
gettandosi a capofitto dalla malinconia. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi