Salvador Dalí

È stato un pittore, scultore, scrittore, fotografo, cineasta, designer e sceneggiatore spagnolo. Dalí fu pittore abile e virtuosissimo disegnatore, ma celebre anche per le immagini suggestive e bizzarre delle sue opere surrealiste. Il suo peculiare tocco pittorico fu attribuito all’influenza che ebbero su di lui i maestri del Rinascimento. Realizzò La persistenza della memoria, una delle sue opere più famose, nel 1931. Il talento artistico di Dalí trovò espressione in svariati ambiti, tra cui il cinema, la scultura e la fotografia, portandolo a collaborare con artisti di ogni settore. Fonte: Le-citazioni.it

L’anima felina di Leonor Fini

Egon Schiele ⋯ Se “donna è gatta”, come diceva Baudelaire, Leonor Fini nata il 30 agosto 1907 a Buenos Aires da padre argentino e madre triestina, pittrice autodidatta, scrittrice e illustratrice, di sicuro gatta lo era. Gatta dall’incedere inconsueto e regale. Corpo sinuoso, unghie affilate, sguardo ⋯

Complesso di dinieghi

Salvador Dalí ⋯ Metamorphosis of Narcissus
I cinici e i moralisti si trovano d’accordo nel collocare le voluttà dell’amore tra i piaceri cosiddetti volgari, tra quello del mangiare e quello del bere, pur dichiarandole meno indispensabili, poiché, ci assicurano, se ne può fare a meno. Dal moralista mi aspetto di ⋯

Ricordo

 ⋯ Salvador Dalí ⋯
Ricordare è ritorno perché soffia il Nord-Est
amatissimo infocato spirito,
bel viaggio per i naviganti, promessa. Torna ora laggiù e saluta la bella Garonna
e i giardini di Bordeaux: lì, lì scoscende il sentiero
lungocosta, nel fiume precipita il torrente.
Alte le coppie di ⋯

L’intenzione di imbrogliare

Salvador Dalí ⋯ Anche se la capacità di imbrogliare è segno di acutezza e di potere, l’intenzione di imbrogliare è senza dubbio segno di cattiveria o di debolezza. ⋯

Niente cambia

Salvador Dalí ⋯ Don Quixote
Il bello è che scrivere non serve a nulla di ciò che uno vuole. Scrivere è un limite, un dolore, un difetto in più. Il bello è che dopo averlo fatto stai malissimo. Niente è cambiato, tutto rimane al suo posto. ⋯

Piccoli pretesti d’arrivismo

Salvador Dali ⋯ Centaur (The Triumph of Nautilus)
Non vedo niente in queste stronzate che possa veramente appassionarmi… risvegliare una vera mosca, una mosca viva, una mosca che vola… la causa mi sembra evidente. Rinascimento, naturalismo, oggettivismo, surrealismo, perfetta progressione verso il Robot. Ci siamo dentro. Mi trovo per quel che mi ⋯

Il primato dell’amorfo

Salvador Dalí ⋯ La divina commedia
In un mondo in cui accadevano cose tanto mostruose, che poggiava su principi tanto mostruosi, come la ricerca più recente era impegnata a dimostrare, non faceva proprio alcuna differenza che un paio di uomini vivessero un paio di giorni più a lungo o dormissero ⋯

Chiacchierare per ‘censurare’ la morte

Salvador Dalí ⋯ «Chiacchierare per non ‘dire’ la realtà – cioè, in fin dei conti, per ‘censurare’ la morte. In Lucrezio come in Heidegger, anche se, ovviamente, in modi diversissimi, lo scontro con la ineludibilità della morte è infatti la via per vivere l’esistenza. Il problema della ⋯

Il progressivo deterioramento della vita

Salvador Dalí ⋯ Don Chisciotte
Il pianeta Terra sta vivendo un periodo di intense trasformazioni tecniche e scientifiche in considerazione delle quali, si sono generati fenomeni di squilibri ecologici che minacciano, a breve termine, – se non viene posto rimedio – l’attuazione della vita sulla sua superficie. ⋯

Fenomenofollia

 ⋯ E l’essere dell’uomo non solo non può essere compreso senza la follia, ma non sarebbe l’essere dell’uomo se non portasse in sé la follia come limite della sua libertà.
Jacques  Lacan • La follia è quel movimento in cui il soggetto si trova ⋯

Lo sviluppo della realtà psichica

Vasily Kandinsky - Verso l'alto In che modo conosciamo la nostra mente? Cosa intendiamo quando parliamo di “realtà psichica”? La realtà psichica è sperimentata direttamente, come una cosa data, oppure i pensieri, i desideri, gli stati mentali si formano in qualche modo? Per rispondere a queste domande non è ⋯

Non c’è più

Salvador Dalí ⋯ The Voyeur
Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente, giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non si fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi