Verbo all’infinito

Egon Schiele ⋯
Tu sei quella nuda sul lenzuolo, la tua pelle
è un verbo all’infinito. Tu
sei l’allegria che ride e qui sei nuda
e buona, e io con te non sono uno,
divento le città, gli alberi
del tuo giardino entrano nella mia voce. ⋯