Gli effetti di lalangue

Werner Bischof ⋯
L’inconscio è la testimonianza di un sapere in quanto per buona parte sfugge all’essere parlante. Questo essere offre l’occasione di accorgersi fin dove arrivano gli effetti di lalangue, presentando ogni sorta di affetti che restano enigmatici. Tali affetti risultano dalla presenza di lalangue in ⋯

Regione delle parole

 ⋯ Benché le parole si approprino in noi di quasi tutta la vita, sussiste in noi una parte muta, nascosta, inafferrabile. Nella regione delle parole, del discorso, questa parte è ignorata. Di solito sfugge anche a noi. Solo a certe condizioni possiamo raggiungerla o disporne. ⋯

Parola di scrittura

Paul Apalkin ⋯
La parola non dialettica è appunto intransitiva, ossia sospende la struttura attributiva e referenziale del linguaggio, e dunque non descrive o non rappresenta la morte. Tuttavia lo spazio in cui si dispiega questa parola non dialettica, che è una parola di scrittura (Blanchot), è ⋯

Ciò che sostiene l’universo è il vuoto

Giorgio De Chirico ⋯ Il libro è senza autore, perché si scrive a partire dalla scomparsa parlante dell’autore. Ha bisogno dello scrittore, che è assenza e luogo dell’assenza. Il libro è libro, quando non rimanda a qualcuno che l’abbia fatto, purificato dal suo nome, liberato dalla sua esistenza ⋯

Tutte le possibilità del linguaggio sono presenti

Piero Fornasetti ⋯ L’invisibile è una cavità nel visibile, nella passività, non produzione pura. Per questo, fare analisi del linguaggio, mostrando sino a che punto esso è spostamento quasi naturale. Non ci sono da cercare delle cose spirituali, ci sono delle strutture del vuoto – Semplicemente, io ⋯

Valore fittizio del linguaggio

Henri Cartier-Bresson ⋯
Nella vostra interlocuzione più corrente, il linguaggio ha un valore puramente fittizio, prestate all’altro la sensazione che siete sempre lì, cioè che siete capaci di dare la risposta che si attende, e che non ha alcun rapporto con alcunché sia possibile approfondire. I nove ⋯

L’enigma è l’assenza di domanda

Andrzej Wilczek ⋯
Rispondere: c’è la risposta alla domanda – la risposta che rende la domanda possibile – quella che la raddoppia, la fa durare e non la placa, al contrario le accorda una nuova luminosità, le assicura una perentorietà, c’è la risposta interrogativa; infine, distanziata dall’assoluto, ⋯

Una doppia morte

Alain Gontier ⋯
La rinuncia al me-soggetto non è una rinuncia volontaria, dunque nemmeno una abdicazione involontaria; quando il soggetto si fa assenza, l’assenza di soggetto o il morire come soggetto sovverte tutta la frase dell’esistenza, fa uscire il tempo dal suo ordine, apre la vita alla ⋯

Incontestabile potere di negazione

 ⋯ C’è una violenza di fondo nel momento in cui lo scrittore, dopo aver accettato la propria spersonalizzazione, ridotto a nulla più che afona e anonima voce, si pone nudo, di fronte alla pagina nuda, decidendo di sacrificarsi. Secondo Blanchot, uno degli scrittori che nel ⋯

L’angoscia di leggere

Lucinda Brown ⋯ SculpLovers L’angoscia di leggere: è che ogni testo, per quanto importante, gradevole e interessante che sia (e più dà l’impressione di esserlo), è vuoto – non esiste nel fondo; bisogna varcare un abisso, e se non lo si salta non si comprende. Non pensare: senza ⋯

Scrivere è tradurre

Isa Marcelli ⋯
Lo sarà sempre. Anche quando stiamo utilizzando la stessa lingua. Trasformiamo quello che vediamo e che sentiamo (supponendo che il vedere e il sentire, come li intendiamo in generale, siano qualcosa di più che le parole con cui ci è relativamente possibile esprimere il ⋯

La sola e autentica Poesia

Alison Scarpulla ⋯ Volere scrivere, quale assurdità: scrivere è la decadenza del volere, come la perdita del potere, la caduta della cadenza, il disastro ancora. Scrivere può almeno avere questo senso: usare gli errori. Parlare li propaga, li dissemina facendo credere a una verità. Leggere: non scrivere; ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi