Non vincenti

Vincent van Gogh ⋯ Seminatore al tramonto Il comunismo ha perso ma il capitalismo non ha vinto perché il comunismo sapeva distribuire la ricchezza ma non la sapeva produrre mentre il capitalismo sa produrre la ricchezza ma non la sa distribuire. In realtà il capitalismo, oltre alla ricchezza, non è ⋯

Nemici politici

 ⋯
Da quando inventò la politica, l’uomo si mise a delegare in rappresentanza di se stesso i peggiori tra i suoi simili.
Nessun altro uomo, quanto il politico, raccoglie in sé la più rozza accozzaglia di istinti primitivi; nessuno come lui riesce a scagliarsi contro ⋯

Schiavitù del lavoro

Egon Schiele ⋯ Lo stato si fonda sulla schiavitù del lavoro. Se il lavoro diventerà libero, lo stato sarà perduto. ⋯

Fulgide speranze nelle istituzioni

Egon Schiele ⋯
La rivoluzione mira ad un’organizzazione nuova; la ribellione ci porta a non lasciarci più organizzare, ma ad organizzarci da soli come vogliamo, e non ripone fulgide speranze nelle “istituzioni“… Se il mio scopo non è rovesciare un ordine costituito ma innalzarmi al ⋯

L’accumulazione del capitale

 ⋯
Rosa Luxemburg aveva scritto il suo studio sull’«accumulazione del capitale», dove sosteneva che il capitalismo non può sopravvivere senza le economie «non capitalistiche»: esso è in grado di progredire, seguendo i propri princìpi, fintanto che vi sono «terre vergini» aperte all’espansione e allo sfruttamento; ⋯

La genesi della superiorità europea

⋯  ⋯
Vi è una ‘diseguaglianza‘ storiografica fra l’Europa e il resto del mondo. Avendo inventato il mestiere dello storico, l’Europa se n’è avvalsa a proprio vantaggio. Eccola tutta pronta a testimoniare, a rivendicare, con la sua chiarezza, mentre la storia della non-Europa è ⋯

Orientamento strategico anticapitalista

⋯  ⋯
Un testo agile, di semplice lettura ma molto denso sul piano concettuale.
In tempi in cui, a sinistra, anche le più elementari categorie del marxismo sono smarrite e dimenticate, l’autore colma un vuoto nelle più recenti pubblicazioni che partono da una prospettiva marxista. Polemizzando ⋯

Grida no!

 ⋯
Abbiamo perso l’arte di dire “no”. No alla brutalità della politica, no alla follia delle ingiustizie economiche che ci circondano, no all’ invasione della burocrazia nella nostra vita quotidiana. No all’idea che si possano accettare come normali le guerre, la fame, la schiavitù infantile. ⋯

Paralisi dello stato democratico

⋯  ⋯
Non so. Comunque mi permetto di riassumente il pensiero in questa forma: la prima condizione affinché prevalga un sistema totalitario, è la paralisi dello stato democratico, cioè un’insanabile discordanza tra il vecchio sistema politico e la vita sociale radicalmente modificata; la seconda condizione è ⋯

L’inganno per favorire il dominio

⋯  ⋯
Nel corso della storia, la politica ha usato l’inganno per favorire il dominio attraverso l’obbedienza.
E così come l’inganno, nascondendo la verità, ci rende incoscienti, anche ci rende inconsci la sottomissione, alienandoci dai nostri impulsi, emozioni e veri pensieri.
E se comanda una politica ⋯

Disobbedienti

Francisco Goya ⋯ Berganza & Cañizares
Non han capo ma han la coda (di chi li segue); sembran “dei” decapitati o detestati; credon che il capo sia solo la loro testa e non chi li comanda, san male dire bene dire stordire inorridire predire mai obbedire. Aman la potenza non ⋯

Consigli di Kim Il Sung ai comunisti occidentali

⋯ Kim Il Sung ⋯
Nel suo colloquio del 26 luglio 1988 con il segretario generale del Partito del lavoro d’Irlanda, il grande leader elargì alcuni importanti consigli ai partiti comunisti occidentali, allora disorientati dallo smantellamento del socialismo in Europa orientale e particolarmente vulnerabili alle illusioni sul capitalismo, che ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi