La fattibilità del potere

⋯  ⋯ Le volontà dei membri della comunità unita consensualmente non sono sufficienti per descrivere il potere politico. È ancora necessaria un’ultima determinazione. Per possedere la facoltà del potere, la comunità deve potere usare mediazioni, tecnico-strumentali o strategiche, che permettano di esercitare empiricamente questa volontà-di-vivere a ⋯

La volontà di vivere

⋯  ⋯
L’essere umano è un essere vivente. Tutti gli esseri viventi animali sono gregari; l’essere umano è originariamente comunitario. In quanto comunità sempre incalzate nella loro vulnerabilità dalla morte, dall’estinzione, devono continuamente avere un’ancestrale tendenza, istinto, di volere permanere in vita. Questo volere vivere degli ⋯

Il privato e il pubblico

⋯  ⋯ Il privato-pubblico sono diverse posizioni o modi d’esercizio dell’intersoggettività. L’intersoggettività contiene davanti a sé la trama da cui si sviluppa l’oggettività delle azioni e le istituzioni (come il contesto dell’esistenza e del senso), ed è anche un a priori della soggettività (giacché è sempre ⋯

La corruzione del politico

⋯  ⋯ Si dovrebbe tentare, in primo luogo, di dibattere su ciò che il politico “non è”, per liberare positivamente il campo. Il politico non è esclusivamente nessuno dei suoi componenti, bensì tutti insieme. Una casa non è soltanto una porta, né soltanto una parte, né ⋯

Che cos’è la libertà

Marx, Engels, Lenin Vogliamo esprimere nudamente il pensiero dell’oratore. Che è la libertà? Risposta: «La libertà d’industria», come press’a poco uno studente risponderebbe alla questione: che è la libertà? «La libertà della notte». Con lo stesso diritto si potrebbe confondere, come s’è fatto della libertà di stampa, ⋯

Tesi su Feuerbach

 ⋯ Le “Tesi su Feuerbach” sono state scritte da Marx nel 1845 a Bruxelles e sono state pubblicate da Engels nel 1888 come appendice al suo lavoro dedicato proprio a Feuerbach,
Le “Tesi” sono un testo importante non solo nella storia del marxismo, ma possono ⋯

Come riesce, la borghesia, a superare le crisi?

⋯ Gaetano Pomp ⋯ Come riesce, la borghesia, a superare le crisi? Per un verso tramite la distruzione forzata di una grande quantità di forze produttive; e per un altro verso tramite la conquista di nuovi mercati e il più intenso sfruttamento di quelli già esistenti. Come, dunque? ⋯

Vogliono il vitello

 ⋯
Coloro che sono contro il fascismo senza essere contro il capitalismo, che si lamentano della barbarie che proviene dalla barbarie, sono simili a gente che voglia mangiare la sua parte di vitello senza però che il vitello venga scannato. Vogliono mangiare il vitello, ma ⋯

Scelgo l’uomo

⋯  ⋯
E, quando diciamo che l’uomo è responsabile di se stesso, non intendiamo che l’uomo sia responsabile della sua stretta individualità, ma che egli è responsabile di tutti gli uomini. […] Così la nostra responsabilità è molto più grande di quello che potremmo supporre, poichè ⋯

Ogni tempo ha il suo fascismo

 ⋯
Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità e la capacità di esprimere ed attuare la sua volontà. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col timore dell’intimidazione ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi