Antico culto sessuale

Egon Schiele ⋯ Con la sua rimozione della sessualità manifesta, il Cristianesimo è il negativo dell’antico culto sessuale. ⋯

Estasi dell’orgasmo

Egon Schiele ⋯ Il divino in forma umana è l’estasi dell’orgasmo. ⋯

Armonia con la struttura dell’universo

Egon Schiele ⋯
La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell’universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi recessi dell’anima. ⋯

La fortuna non esiste

Egon Schiele ⋯ La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità. ⋯

Principio delle scienze naturali

Egon Schiele ⋯
Sia la concezione primitiva sia la concezione antica e medioevale della natura presuppongono l’esistenza, accanto alla causalità, di un simile principio. Fino a Leibniz la causalità non è né unica né predominante. Nel corso del diciottesimo secolo essa è poi diventata il principio esclusivo ⋯

Capire il significato dell’affermazione

Egon Schiele ⋯
La nostra prima reazione di fronte all’affermazione di un altro è una valutazione o un giudizio, anziché uno sforzo di comprensione. Quando qualcuno esprime un sentimento o un atteggiamento o un opinione tendiamo subito a pensare è ingiusto, è stupido, è  ⋯

Facoltà per varcare i limiti

Egon Schiele ⋯
Vi sono uomini i quali credono che, coi limiti della percezione dei sensi, siano posti anche i limiti di ogni altra cognizione. Se ponessero attenzione a come essi diventino coscienti di quei limiti, scoprirebbero in questa coscienza anche le facoltà per varcare i limiti. ⋯

Strappare le maschere

Egon Schiele ⋯
Quando analizziamo la persona le strappiamo la maschera e scopriamo che quello che sembrava individuale, alla base è collettivo. ⋯

Importanza agli archetipi

Egon Schiele ⋯
Però in Platone si dà un’enorme importanza agli archetipi, quali idee metafisiche, «paradigmi» o modelli, mentre gli oggetti reali sono trattati alla stregua di semplici copie di questi modelli ideali. La filosofia medievale, dai tempi di S. Agostino – dal quale ho preso l’idea ⋯

Atto magico

Egon Schiele ⋯
L’atto di immaginazione è un atto magico. È un incantesimo destinato a far apparire l’oggetto pensato, la cosa desiderata, in modo che se ne possa prendere possesso. In tale atto c’è sempre qualcosa di imperioso e di infantile. Un rifiuto di tener conto della ⋯

Mondo intermedio

Egon Schiele ⋯
L’uomo è un essere che esplica la sua vita nel mezzo tra due sfere del mondo. È inserito col suo sviluppo corporeo in un mondo inferiore; con l’entità della sua anima egli forma un mondo intermedio, e tende con le forze spirituali verso un ⋯

Retaggio dell’antico Egitto

Egon Schiele ⋯ Lyra Spielende Nelle concezioni che insegnano in modo materialistico la discendenza dell’uomo dagli animali ci si ripresenta oggi il fatto che un tempo l’uomo sapeva che nella remota antichità il suo corpo fisico aveva ancora dei tratti animali e che quindi, nel ricordo egizio, persino certe ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi