Un vulcano che erutta

Egon Schiele ⋯ Sitting Nude with Raised Knee
La rivoluzione è il movimento tra due condizioni. Non ci s’immagini al proposito un rullo che gira lentamente, bensì un vulcano che erutta, una bomba che esplode o anche una suora che si spoglia. ⋯

Cerco un’ora di furibonda anarchia

Egon Schiele ⋯
Oggi cerco un’ora di furibonda anarchia e, per quell’ora darei tutti i miei sogni, tutti i miei amori, tutta la mia vita. ⋯

Il mio potere è la mia proprietà

Egon Schiele ⋯ Laying (Falling) Woman with Long Hair
Io rifiuto un potere conferitomi sotto la speciosa forma di ”diritti dell'uomo”. Il mio potere è la mia proprietà, il mio potere mi dà la proprietà. Io stesso sono il mio potere… e per esso sono la mia proprietà. ⋯

Dominio dei comportamenti

Egon Schiele ⋯
L’amore è l’emozione che costituisce il dominio dei comportamenti in cui l’operazionalità dell’accettazione dell’altro è data come un altro legittimo in coesistenza. ⋯

Macchina di despotismo

Egon Schiele ⋯ Lying I
Gli uomini costruiscono così una terribile macchina di despotismo, la cedono a chi vuol prenderla, (e questo sarà sempre, secondo tutte le probabilità un essere moralmente decaduto), s’inchinano servilmente al padrone che si son dati, e si meravigliano in seguito che le cose vadan ⋯

Proprio niente rimane

Egon Schiele ⋯ Disegno di puro contorno
Niente? Proprio niente rimane. Di mia mamma non esiste più nulla? Chissà. Di quando in quando, specialmente nel pomeriggio, se mi trovo solo, provo una sensazione strana. Come se qualcosa entrasse in me che pochi istanti prima non c’era, come se mi abitasse un’esistenza ⋯

Personaggio nel mondo

Egon Schiele ⋯
Il personaggio interessa Dostoevskij non come un elemento della realtà che possiede determinati e stabili segni socialmente tipici e individualmente caratteriologici, non come figura determinata che nasce da tratti univoci e oggettivi che nel loro insieme rispondono alla domanda: “chi è?”. No, il personaggio ⋯

Strappare via il nostro marciume

Egon Schiele ⋯ Non vedo nessun’altra soluzione, veramente non ne vedo nessun’altra, che quella di raccoglierci in noi stessi e di strappare via il nostro marciume. Non credo più che si possa migliorare qualcosa nel mondo esterno senza aver prima fatto la nostra parte dentro di noi. ⋯

Questo modo d’essere è l’amore

Egon Schiele ⋯
Ecco, pensò Amerigo, quei due, così come sono, sono reciprocamente necessari. E pensò: ecco, questo modo d’essere è l’amore. E poi: l’umano arriva dove arriva l’amore; non ha confini se non quelli che gli diamo. ⋯

Giudizio altrui

Egon Schiele ⋯ Credendo a se stesso, l’uomo si espone sempre al giudizio della gente. Credendo agli altri ha sempre l’approvazione di chi lo circonda. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi