⋯  ⋯
A proposito dell’ossessione italiota per il Superenalotto, c’è un aneddoto che sembrerebbe riscattare l’insana mania. Prima di diventare famoso, il regista Luis Buñuel cercò a lungo un finanziamento per girare il suo primo film. Un ignoto anarchico spagnolo, suo amico, gli disse che se avesse vinto alla Lotteria gli avrebbe dato lui i soldi necessari. E poiché la Spagna è notoriamente una terra magica per l’anarchismo, l’ignoto militante vinse davvero la Lotteria e diede i soldi a Buñuel. La leggenda narra che fu così possibile produrre il film Las Hurdes.

Video
Crediti
 • Anonimo •
 •  •  •  •  •
Similari
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
213% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Il caso Nietzsche
201% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Nemici del popolo
195% ArticoliAutori VariSocietà
Una delle tante ridicole credenze degli sventurati è che le loro miserie debbano necessariamente suscitare simpatia. Questa è davvero la più tenace delle loro convinzioni. Non è mai troppo sbagliato dimostrare, nel loro stesso interesse, fino a che punto ⋯
Manifesto di Cartagena
190% Simón BolívarSocietà
Memoria indirizzata ai cittadini della nuova Granada da un caraqueño Liberare la nuova Granada dalla sorte del Venezuela e redimere questa da ciò che patisce, sono gli obiettivi che mi sono proposto in questa memoria. Degnatevi, oh miei concittadini, di a⋯
Ci vogliono i riti
188% Antoine de Saint-ExuperyFrammenti
In quel momento apparve la volpe. — “Buon giorno”, disse la volpe. — “Buon giorno”, rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno. — “Sono qui”, disse la voce, “sotto al melo…” — “Chi sei?” domandò il piccolo principe, “sei mo⋯