Ti porto con me
Quel giorno tutta, dai pettini ai piedi, come un attore tragico un dramma di Shakespeare in provincia, ti portavo con me, ti sapevo a memoria, e girellando per la città ti ripassavo. Quando caddi davanti a te, abbracciando questa nebbia, questo ghiaccio, questo spazio…

Crediti
 • Boris Pasternak •
 • Marburgo •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Devo scandire le parole
48% Schiele ArtVito Mancuso
Dopo il terzo segnale in sala si spengono le luci, si apre il sipario ed entra una maschera imprecisata dell’antica commedia dell’arte. «Eccomi qui, davanti a voi, onorato pubblico. Lo sapete? Ora che ho messo piede su questo palcoscenico entrando alla vo⋯
Egon Schiele ⋯ Il vile dolore
47% Schiele ArtStefan Zweig
Sono passati ventiquattro anni da allora, eppure, quando penso a quel momento in cui, sferzata dalla sua ironia, stavo lì davanti a mille estranei, il sangue mi si gela nelle vene. E sento di nuovo con spavento che debole entità, miserabile e tormentata d⋯
Egon Schiele ⋯ Né crudo né cotto
42% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Come chi fruga in un braciere spento. Come chi smuove i carboni e ricorda. La Tempesta di Shakespeare, però una pioggia senza fine. Come chi osserva un braciere che esala gas tossici in una grande stanza vuota. Anche se, forse, la grandezza della stanza s⋯
Egon Schiele ⋯ L’ultimo Selvaggio
34% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Uscii dall’ultimo spettacolo nelle strade vuote. Lo scheletro mi passò accanto, tremando, appeso all’asta di un camion della spazzatura. Grandi berretti gialli celavano il volto dei netturbini, ma anche così credetti di riconoscerlo: un vecchio amico. Ecc⋯
Egon Schiele ⋯ Self-portrait with red hair and striped oversleevesQuestioni incomprensibili e prive di interesse
29% FilosofiaPierre HadotSchiele Art
I non filosofi generalmente considerano la filosofia un linguaggio astruso, un discorso astratto, che un piccolo gruppo di specialisti, l’unico in grado di capirlo, sviluppa senza scopo intorno a questioni incomprensibili e prive di interesse, un’occupazi⋯
Egon Schiele ⋯ La visita al convalescente
29% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
È il 1976 e la Rivoluzione è stata sconfitta ma noi ancora non lo sappiamo. Abbiamo 22, 23 anni. Io e Mario Santiago camminiamo lungo una strada in bianco e nero. Alla fine della strada, in un palazzo che sembra uscito da un film degli anni Cinquanta c’è ⋯