⋯ Anna Madia ⋯
Somiglia a te:
i passi, la stessa fronte aggrondata,
gli stessi tacchi alti
tutti macchiati di stelle.
Quando andrete per la strada
insieme, tutte e due,
che difficile sapere
chi sei, chi non sei tu!
Così uguali ormai, che sarà
impossibile continuare a vivere
così, essendo tanto uguali.
E siccome tu sei la fragile,
quella che appena esiste, tenerissima,
sei tu a dover morire.
Tu lascerai che ti uccida,
che continui a vivere lei,
la falsa tu, menzognera,
ma a te così somigliante
che nessuno ricorderà
tranne me, ciò che eri.
E verrà un giorno
– perché verrà, sì, verrà –
in cui guardandomi negli occhi
tu vedrai che penso a lei e che la amo:
e vedrai che non sei tu.

Crediti
 • Pedro Salinas •
 • Pinterest • Anna Madia  •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Guarda come sei
60% Charles MansonPoesieSchiele Art
Guardami dall’alto e vedrai in me un pazzo. Guardami dal basso e vedrai in me un Dio. Guardami dritto negli occhi e vedrai te stesso.
Egon Schiele ⋯ Consacrati all’amore dell’Uno
59% Hâtif IsfahânîPoesieSchiele Art
Apri gli occhi del tuo cuore, al fine di vedere l’anima di ogni cosa: vedrai allora senza veli quello ch’era invisibile. E se tu viaggi verso il paese dell’amore, gli orizzonti di quel mondo ti parranno un roseto. Se tu spezzi il nucleo dell’atomo, vi tro⋯
Egon Schiele ⋯ I cani romantici
34% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
A quel tempo avevo venti anni ed ero pazzo. Avevo perduto un paese ma mi ero costruito un sogno. E possedendo quel sogno tutto il resto non aveva importanza. Né lavorare né pregare né studiare fino a notte fonda insieme ai cani romantici. Quel sogno dimor⋯
Egon Schiele ⋯ Il verme
33% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Rendiamo grazie per la nostra povertà, disse il tipo vestito di stracci. Lo vidi con quest’occhio: vagava per un paese di case piatte, fatte di cemento e mattoni, fra Messico e Stati Uniti. Rendiamo grazie per la nostra violenza, disse, anche se sterile c⋯
Egon Schiele ⋯ La francese
28% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Una donna intelligente. Una donna bella. Conosceva tutte le varianti, tutte le possibilità. Lettrice degli aforismi di Duchamp e dei racconti di Defoe. In genere con un autocontrollo invidiabile, Tranne quando era depressa e si ubriacava, Cosa che poteva ⋯
Egon Schiele ⋯ Mi chiedo guardandomi allo specchio
27% Heiner MüllerPoesieSchiele Art
Nello specchio il mio corpo tagliuzzato Diviso nel centro dall’operazione che mi ha salvato la vita Per cosa Mi chiedo guardandomi allo specchio Per un bambino una donna un’opera tarda Imparare a vivere con metà macchina Vietato respirare mangiare la doma⋯