Animal de letras
Tale era l’evidenza. La scoperta capitale, semplice… insostenibile dopo un poco. La più illusoria (ma la più certa); la più falsa (ma la più vera). L’intera pianura sotto il sole non era che una distrazione, il riflesso di una di quella sue assenze confuse che precedevano il ritorno alla sua identità. Scoprirla come per la prima volta, dopo averla vista tutti i giorni, era già un segno. Una creazione a sua immagine, questa. Una falsa prospettiva. Al di là, vicino, il più vicino possibile, stava la risposta. Ma se cercava di scrivere quella lettera, progettata da tanto tempo, i giri di parole gli sembravano troppo lunghi, inutili, per riuscirci, a meno che non trovasse il dislivello, l’anomalia quasi impercettibile da insinuare in una frase banale (la quale, senza che si sappia il perché, irradia allora con più continuità). E se tentava di leggere, dopo un poco i brani più semplici si staccavano, si aprivano, come dotati di un potere esorbitante: il cielo è azzurro, per esempio, si cambiava in immagini, in ricordi, in viaggi o sensazioni di presenze, trasversali moltiplicate; l’insieme si muoveva sul posto, si incastrava, si succedeva in tutte le direzioni, facendogli perdere l’equilibrio, sommergendolo, quasi che la forma più piatta, o piana, forse stata lo stesso tempo quella più profonda e in quella potesse smarrirsi ma anche vedere, assistere al proprio funzionamento. Così, la visione precisa, che aveva di certe pagine straripava, al punto da fargli inventare nei libri brani o scene immaginarie. Certe volte cercava di rileggerli, stupito di non trovarli più al loro posto, grandi lembi di realtà scomparsi tra due paragrafi, mentre era sicuro di averli letti esattamente, là dove li cercava. Chiudeva, posava il volume, lo riapriva bruscamente ma senza risultato… e rinunciava ormai alla lettura.

Crediti
 • Philippe Sollers •
 • Parco •
 • Pinterest • Fransisco de Goya Animal de letras •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
83% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯

 ⋯ Spinger l’animo tra le cose celesti
53% FrammentiFrancesco Petrarca
vivere come vuoi, andare dove vuoi, stare dove vuoi, riposare di primavera sopra un giaciglio di fiori purpurei, d’autunno tra mucchi di foglie cadute; ingannare l’inverno con lo starsene al sole, l’estate con l’ombra e non sentire né l’una né l’altra sta⋯

 ⋯ La moneta falsa
52% Charles BaudelaireFrammenti
Mentre ci allontanavamo dalla tabaccheria, il mio amico fece una diligente selezione dei suoi spiccioli; nella tasca sinistra del panciotto introdusse alcune monetine d’oro; nella destra, qualche monetina d’argento; nella tasca sinistra dei calzoni, una a⋯

 ⋯ Transitorio rifugio
43% FrammentiMarguerite Yourcenar
Sapeva, pur senza sentirsi obbligato a dirselo, che stava facendo in quel momento quello che fanno gli animali malati o feriti: cercava un rifugio dove morire solo, come se la casetta del signor Van Herzog non fosse la solitudine Giunse infine all’avvalla⋯

 ⋯ Lucas, le sue meditazioni ecologiche
41% FrammentiJulio Cortázar
In quest’epoca di ritorno spregiudicato e turistico alla Natura, in cui i cittadini guardano alla vita di campagna come Rousseau guardava il buon selvaggio, hanno più che mai la mia solidarietà: Max Jacob, il quale in risposta a un invito a trascorrere il⋯

 ⋯ Proust: l’edificio immenso del ricordo
39% Ermanno BencivengaFrammenti
(…) Ma quando niente sussiste d’un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l’odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordar⋯