⋯ John Singer Sargent ⋯
In quell’istante ebbero termine i libri,
l’amicizia, i tesori senza sosta accumulati,
la casa trasparente che tu e io costruimmo:
tutto cessò d’esistere, tranne i tuoi occhi.

Crediti
 • Pablo Neruda •
 • Pinterest • John Singer Sargent  •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Il fantasma di Edna Lieberman
50% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Ti fanno visita nell’ora più oscura tutti i tuoi amori perduti. La strada sterrata che portava al manicomio si dispiega ancora una volta come gli occhi di Edna Lieberman, come solo potevano i suoi occhi elevarsi al di sopra delle città e brillare. E brill⋯
⋯ Berit Hildre ⋯Notte chiara e solitaria
37% PoesieSohrab Sepehri
Ascolta! L’uccello più lontano di questo mondo canta. La notte è limpida, perfetta e ampia. E sussurra la luna, alle orecchie dei fiori, alle orecchie dei ramoscelli. Davanti alla scala, immerso nelle essenze della brezza notturna, una torcia in mano, io ⋯
Egon Schiele ⋯ La greca
32% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Vedemmo una donna bruna costruire la scogliera. Non più di un secondo, come trafitta dal sole. Come le palpebre ferite del dio, il bambino premeditato della nostra spiaggia infinita. La greca, la greca, ripetevano le puttane del Mediterraneo, la brezza Ma⋯
Henri Cartier-BressonNiente è più ciò che credevamo
31% Paul EluardPoesie
Nessuno mi può conoscere come tu mi conosci I tuoi occhi dove dormiamo tutti e due Hanno dato ai miei fanali umani Una sorte migliore che alle notti del mondo. I tuoi occhi dove viaggio Hanno offerto ai gesti delle strade Un senso tolto alla terra. Nei tu⋯
 ⋯ Poesia dei doni
30% Jorge Luis BorgesPoesie
Ringraziare voglio il divino labirinto degli effetti e delle cause per la diversità delle creature che compongono questo singolare universo, per la ragione, che non cesserà di sognare un qualche disegno del labirinto, per il viso di Elena e la perseveranz⋯
Simona De PascalisLa clessidra
29% Luís de GóngoraPoesie
Che vale, tempo tiranno, la ristretta prigione che di vetro ti costruimmo per tenerti in mano, se trattenerti è vano, e sempre di te è vuota quando più pensi piena, la nostra vita, alla cui voce fuggi qual tempo veloce e sordo come nell’arena?