⋯
Impossibile scorrere una gazzetta qualsiasi d’un qualsiasi giorno o mese o anno, senza trovarvi ad ogni riga i segni della più spaventosa perversità umana, assieme alle più sorprendenti vanterie di probità, di bontà, di carità, e alle più sfrontate affermazioni sulla civiltà e il progresso. Ogni giornale, dalla prima all’ultima riga, non è altro che un tessuto di orrori. Guerre, delitti, furti, impudicizie, torture, delitti dei principi, delitti delle nazioni, delitti dell’individuo, un’ebbrezza di universale atrocità. E con questo disgustoso aperitivo l’uomo civile accompagna il pasto di ogni mattino. Tutto, in questo mondo, trasuda delitto: il giornale, i muri, e il volto dell’uomo.

Crediti
 • Charles Baudelaire •
 • Mon coeur mis à nu •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ L’amore è molto simile a una tortura
15% Charles BaudelaireSchiele Art
Credo d’aver già scritto nelle mie note che l’amore è molto simile a una tortura o a un’operazione chirurgica. Ma questa idea può venire sviluppata in modo amarissimo. Anche se i due amanti sono molto innamorati e colmi di reciproci desideri, uno dei due ⋯
⋯ Guido Reni ⋯Il ribelle
14% Charles BaudelairePoesie
Dal cielo precipita come un’aquila un Angelo, e afferra a pugno pieno i capelli del miscredente e gli dice, scuotendolo: «Tu devi conoscere la regola (io sono il tuo buon angelo, capisci?). Lo esigo. Sappi che si deve amare, senza tante smorfie, il povero⋯
George Grosz ⋯ Danza Macabra
13% Charles BaudelaireFrammenti
Fiera della sua nobile statura, come persona viva, col gran mazzo di fiori, il fazzoletto e i guanti, lei ha la noncuranza e la disinvoltura di un’ esile puttanella dall’aria stravagante. Hai mai visto al ballo una vita più snella? La sua veste esagerata,⋯
 ⋯ Non dobbiamo soccombere
12% EstrattiHillesum Etty
Volevo solo dire questo: la miseria che c’è qui è veramente terribile – eppure, la sera tardi, quando il giorno si è inabissato dietro di noi, mi capita spesso di camminare di buon passo lungo il filo spinato, e allora dal mio cuore si innalza sempre una ⋯
 ⋯ Pazzo cratere della civiltà
11% EstrattiHenry Miller
Quando abbasso gli occhi su questa fica fottuta di puttana sento tutto il mondo sotto di me, un mondo che barcolla e precipita, un mondo usato e levigato come il cranio di un lebbroso. Se ci fosse un uomo che osasse dire tutto quello che ha pensato di que⋯
 ⋯ La sfumatura
11% EstrattiPaolo Sorrentino
Tutto quello che non sopporto ha un nome. Non sopporto i vecchi. La loro bava. Le loro lamentele. La loro inutilità. Peggio ancora quando cercano di rendersi utili. La loro dipendenza. I loro rumori. Numerosi e ripetitivi. La loro aneddotica esasperata. L⋯