Dettaglio di  Abbraccio
Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale. E ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. scrive Montale dopo la morte della moglie, Drusilla Tanzi.
La poesia appartiene alla sezione Xenia (titolo che rimanda metaforicamente ai regali che, nel mondo romano, si fanno agli ospiti che partono).
Una delicata dolcezza avvolge la figura di Drusilla nella poetica di Montale.
Eppure resta che qualcosa è accaduto, forse un niente che è tutto.

Crediti
 Eugenio Montale
 SchieleArt •  Dettaglio di Abbraccio • 




Quotes per Eugenio Montale

Accade che le affinità dell'anima non giungano ai gesti e alle parole ma rimangano effuse come un magnetismo. È raro, ma accade.

Tutto fa pensare che l'uomo d'oggi sia più che mai estraneo vivente tra estranei, e che l'apparente comunicazione della vita odierna − una comunicazione che non ha precedenti − avvenga non tra uomini veri ma tra i loro duplicati.

Molti affetti sono abitudini o doveri che non troviamo il coraggio di interrompere.

Non si nasconde fuori
dal mondo chi lo salva e non lo sa.
E' uno come noi, non dei migliori.

Se il mondo va alla malora
non è solo colpa degli uomini.
Così diceva una svampita
pipando una granita col
chalumeau al Cafè de Paris.
Non so chi fosse. A volte
il Genio è quasi una cosa da
nulla, un colpo di tosse.