Una bella parola
Inviata a Oelze il 19 febbraio 1950 col titolo Une heure bleue. Azzurro o blu è l’unico colore che in Problemi della lirica, la sua pubblica professione di poetica del 1951, Benn dichiari ammissibile in poesia, avendolo lui stesso usato a dismisura. È il colore onirico del «fiore azzurro», dell’infinito dei romantici tedeschi, e nella sua opera giovanile il colore del suo «complesso ligure», del sogno greco o mediterraneo. Rose tarde perché si tratta dell’amore di un uomo anziano per una giovane. In una lettera a Oelze del 4 luglio 1950 Benn dice che sua moglie (I. Kaul) gli ha vietato di usare ancora le rose in una poesia. Peccato, obietta lui, «rose» è una così bella parola. Peraltro, scriveva a Oelze il 17 febbraio 1949, «la mia attuale moglie non ama molto questo genere di lirica: tutto solo tomba e fine, perché non invento niente di nuovo? Ma le donne non hanno con la morte nessun altro rapporto diretto se non un breve spargimento di lacrime – poi la vita continua; ed è bene così, gli si confà, la vedova in lutto che cura le opere del marito morto… ne ho intorno diverse […] e la loro mancanza di misura e di lucidità di giudizio è sempre così penosa».

Crediti
 Anna Maria Carpi
 SchieleArt •   • 




Quotes casuali

Una mente ben educata, per chiarirci, costruitasi sulle menti delle età passate, è come una singola mente che è stata ben istruita durante tutto questo tempo.Bernard le Bovier de Fontenelle
Come d'autunno si levan le foglie
l'una appresso de l'altra, fin che 'l ramo
vede a la terra tutte le sue spoglie,
similmente il mal seme d'Adamo
gittansi di quel lito ad una ad una,
per cenni come augel per suo richiamo.
Dante Alighieri
Ci sono momenti nella vita in cui comprendiamo che l'assurdo, l'impossibile e l'inconcepibile sono in realtà tanto ordinari quanto semplici. Improvvisamente vediamo con chiarezza tutto l'intreccio della vita: scompaiono dietro le quinte persone che credevamo importanti e dall'ombra emergono altre di cui non sapevamo nulla, ma non appena appaiono sappiamo che le stavamo aspettando, e loro aspettavano noi, in un destino comune.Sándor Márai
La donna giusta