Egon Schiele ⋯

Se consideriamo il lupo della steppa con questo criterio, capiremo perché soffra tanto della sua ridicola duplicità. Egli crede, come Faust, che due anime siano troppe per un solo petto e pensa che lo debbano dilaniare.
Sono invece troppo poche e Harry fa violenza alla sua povera anima quando cerca di comprenderla in un’immagine così primitiva. Benché sia persona così colta, Harry si comporta come un selvaggio che non sappia contare più in là di due.
Una parte di sé la chiama uomo, l’altra parte lupo, e con ciò crede di aver finito e di aver esaurito il suo compito.
Nell'”uomo” egli caccia tutto quello che ha in sé di spirituale, di sublimato o per lo meno di culturale, e nel “lupo” tutto ciò che ha di istintivo, di selvatico e di caotico.
Ma la vita non è semplice come il nostro pensiero, grossolana come il nostro povero linguaggio di idioti, e Harry mente due volte a se stesso quando usa questo metodo lupino. Temiamo che egli attribuisca già all’uomo intere provincie del suo spirito le quali non sono ancora umane neanche lontanamente, e ponga nel lupo parti della sua natura che hanno già di gran lunga sorpassato la zona lupina.

Crediti
 • Hermann Hesse •
 • Lupo della steppa •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ L’uomo in lui stava a guardare
161% FrammentiHermann Hesse
 Ora, nel nostro lupo della steppa avveniva questo: che nel suo sentimento faceva ora la vita del lupo, ora quella dell’uomo, come accade in tutti gli esseri misti, ma quando era lupo, l’uomo in lui stava a guardare, sempre in agguato per giudicare e cond⋯
Egon Schiele ⋯ Penetrava fin nel cuore dell’umanità
54% Hermann HesseSchiele Art
Ricordo, dagli ultimi tempi del suo soggiorno, un giudizio che diede, non già a parole, ma soltanto con uno sguardo. Un celebre filosofo e studioso della storia e della civiltà, uno scienziato di fama europea aveva annunciato una conferenza nell’aula magn⋯
Egon Schiele ⋯ Seated Woman in StockingsIl genio non è raro come
51% Hermann HesseSchiele Art
Qui non si discorre dell’uomo di cui parlano la scuola, l’economia politica, la statistica, non si discorre degli uomini che vanno in giro a milioni per le strade e valgono quanto la rena in riva al mare o gli spruzzi della risacca: un paio di milioni più⋯
 ⋯ La diversità e la sua importanza
48% Hermann HesseLibri
Narciso era scuro e magro, Boccadoro era radioso e florido. Se Narciso sembrava un pensatore e un analizzatore, Boccadoro sembrava un sognatore e un’anima di fanciullo. Ma c’era al di sopra dei contrasti qualcosa che li accomunava: entrambi erano nature s⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
42% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso “Il piacere del testo” analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a “leggere fino a farsi del male! F⋯
Egon Schiele ⋯ PreacherLa mente conscia non ha mai conosciuto la mente originaria
35% Carl Gustav JungPsicologiaSchiele Art
La funzione simboleggiatrice dei sogni è perciò un tentativo di trasferire la mente originaria dell’uomo nel contesto della coscienza «avanzata» o differenziata, dove essa non è mai entrata prima e non è stata quindi mai sottoposta a una autoriflessione c⋯