⋯ Josephine Sacabo ⋯
È vero che una persona può giocare molti ruoli, e soggettivamente, essere convinta che egli è “lui” in ogni ruolo. In realtà, spesso, egli è, in tutti questi ruoli, ciò che crede di dover essere, per gli altri; l’originale self, è completamente soffocato, da uno pseudo auto. Egli pensa, sente, e vuole, quello che crede, dovrebbe pensare, sentire, e questo sarà; in tale processo, molto perde del suo sé, su cui dovrebbe essere costruita tutta la sicurezza di un individuo, libero, genuino. La perdita di sé, aumenta solo la necessità di conformarsi, che si traduce in un profondo dubbio sulla propria identità. Se non sono nulla, ma credo che dovrei, per essere – chi sono “Io”?

Crediti
 • Erich Fromm •
 • Pinterest • Josephine Sacabo  •  •

Similari
Il caso Nietzsche
361% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Il Codice di Hammurabi
314% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯
Sapere di non essere
244% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
186% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
180% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯