Mano con sfera riflettente
Il principio del piacere assorbe il principio di realtà; la sessualità viene liberata in forme socialmente costruttive. Questa nozione implica che vi sono modi repressivi di de-sublimazione, a confronto dei quali gli impulsi e gli scopi sublimati contengono una maggior dose di deviazione, di libertà e di rifiuto di dar retta ai tabù sociali. Sembra che tale de-sublimazione repressiva operi davvero nella sfera sessuale, ed alla pari di quanto avviene nella de-sublimazione dell’alta cultura essa opera qui come sottoprodotto dei controlli sociali attivati dalla realtà tecnologica, che diffonde la libertà mentre intensifica il dominio. Il nesso tra de-sublimazione e società tecnologica può forse essere meglio illuminato se si esamina il mutamento avvenuto nell’uso sociale dell’energia istintuale.

Crediti
 Herbert Marcuse
 L'uomo a una dimensione
 Pinterest • Maurits Cornelis Escher Mano con sfera riflettente • 




Quotes per Herbert Marcuse

Le persone si riconoscono nelle loro merci; trovano la loro anima nella loro automobile, nel giradischi ad alta fedeltà, nella casa a due piani, nell'attrezzatura della cucina.

Il sistema dominante ha creato un'illusione di libertà, in cui l'uomo a una dimensione crede di avere la possibilità di scegliere il proprio destino. Tuttavia, questa libertà è illusoria, perché le scelte disponibili sono tutte limitate dal sistema stesso. L'uomo a una dimensione non è libero di scegliere il proprio destino, ma è costretto a conformarsi alle esigenze del sistema dominante.  L'uomo a una dimensione

Chi non astrae da ciò che è dato, chi non collega i fatti ai fattori che li hanno prodotti, chi non disfà i fatti nella sua mente, in realtà non pensa.

Allora l'uomo è libero di giocare con le sue facoltà e potenzialità e con quelle della natura, e soltanto giocando con esse egli è libero. Vive in un mondo nel quale egli ha libero gioco e l'ordine di questo mondo è un ordine di bellezza.

L'uomo a una dimensione è un uomo che non può immaginare una realtà diversa dalla realtà esistente. La sua mente è stata ridotta a una singola dimensione, in cui tutto ciò che esiste è ciò che viene presentato dal sistema dominante. L'uomo a una dimensione non è in grado di immaginare un mondo diverso, perché il sistema gli ha fatto credere che questo sia l'unico mondo possibile.  L'uomo a una dimensione