Ritratto di Wally

La speranza è un sogno fatto da svegli.


Crediti
 • Aristotele •
 • SchieleArt •  Ritratto di Wally • 1912 •

Similari
Egon Schiele ⋯ L’asino
272% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
A volte sogno che Mario Santiago viene a prendermi con la sua motocicletta nera. Ci lasciamo alle spalle la città e man mano che le luci vanno sparendo Mario Santiago mi dice che si tratta di una moto rubata, l’ultima moto rubata per viaggiare attraverso ⋯

Egon Schiele ⋯ LQualcosa che capita sognando
131% Julio CortázarSchiele Art
Tu che mi leggi, non ti è mai capitata quella cosa che comincia in un sogno e che torna in molti sogni ma che non è quello, non è solamente un sogno? Qualcosa che è lì, ma dove, come; qualcosa che capita sognando, certo, puramente sogno ma dopo anche lì, ⋯

Egon Schiele ⋯ Un sogno dentro un altro sogno
123% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
A quel tempo avevo venti anni ed ero pazzo. Avevo perduto un paese ma mi ero costruito un sogno. E possedendo quel sogno tutto il resto non aveva importanza. Né lavorare né pregare né studiare fino a notte fonda insieme ai cani romantici. Quel sogno dimor⋯

Egon Schiele ⋯ The Small City II or The Small City IIILa speranza è una trappola
102% Mario MonicelliSchiele Art
La speranza di cui parlate è una trappola, una brutta parola, non si deve usare. La speranza è una trappola inventata dai padroni. La speranza è quella di quelli che ti dicono che Dio… state buoni, state zitti, pregate che avrete il vostro riscatto, la vo⋯

Egon Schiele ⋯Standing Girl with a Transparent DressAggettivo unito a una cosa impossibile
97% Danilo KišSchiele Art
Tutto quello che mi restava nella coscienza era l’impressione di un incubo, tutto quello che potevo formulare in maniera sensata era una sola e unica parola: GRANDE, un aggettivo unito a una cosa impossibile, a un concetto che non si lasciava identificare⋯

Egon Schiele ⋯ La visita al convalescente
83% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
È il 1976 e la Rivoluzione è stata sconfitta ma noi ancora non lo sappiamo. Abbiamo 22, 23 anni. Io e Mario Santiago camminiamo lungo una strada in bianco e nero. Alla fine della strada, in un palazzo che sembra uscito da un film degli anni Cinquanta c’è ⋯