Venerazione per chi si ama

Il primo effetto dell’amore è ispirare un grande rispetto; si sente venerazione per chi si ama.


Crediti
 • Blaise Pascal •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
477% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Egon Schiele ⋯ Soffermarci sulle qualità positive
172% Rudolf SteinerSchiele Art
Devozione, venerazione ed ammirazione. Bisogna coltivare la devozione verso ciò che è nobile, bello, puro: nella vita quotidiana si cerchi dunque ciò che può suscitare ammirazione; negli stessi uomini che mostrano luci e ombre si cerchi di cogliere una qu⋯
Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
165% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
 ⋯ Cos’è l’amore?
139% FilosofiaJiddu Krishnamurti
La parola è talmente falsata e contaminata che non mi va granché di usarla. Tutti parlano di amore – ogni rivista e ogni giornale, ogni missionario parla incessantemente di amore. Amo il mio paese, il mio re, qualche libro, quella montagna, il piacere, mi⋯
 ⋯ L’essere metrosessuale
101% Alicia Méndez YoshinoIdee
Secoli di evoluzione e ora l’uomo è un essere metrosessuale, obeso, arrogante, malaticcio, appassionato alle droghe, stupido, crudele e sempre di più portatore di una qualità genetica deficiente. L’unico sentimento che può ispirare l’essere umano moderno ⋯
 ⋯ Filosofia e rivoluzione: il testo, il contesto e la trama
75% ArticoliFilosofiaRaimon Panikkar
“Philosophy and Revolution: the Text, the Context and the Texture” è un articolo che Panikkar ha pubblicato nel luglio del 1973 sulla rivista di studi interculturali «Philosophy East and West», vol. 23, n° 3, pp. 315-322. Mai apparso in traduzione italian⋯