Egon Schiele ⋯
La nascita non è un atto, è un procedimento ininterrotto. Lo scopo della vita è di nascere pienamente, ma la sua tragedia è che la maggior parte di noi muore prima di essere veramente nato. Vivere significa nascere ad ogni istante. La morte si produce quando si cessa di nascere. Fisiologicamente il nostro sistema cellulare è in stato di nascita continua; ma psicologicamente la maggior parte di noi ad un certo momento cessa di vivere.

Crediti
 • Erich Fromm •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele with his collection of folkloristic objectsSistema della libertà
58% FilosofiaGilbert KirscherSchiele Art
Il sistema è apparso a coloro che nei tempi moderni ne hanno sviluppato il concetto come sistema della libertà. Kant e Schelling lo esplicitano senza confusione possibile, così come Fichte ed Hegel. L’idea moderna del sistema è legata all’atteggiamento de⋯
Egon Schiele ⋯ Sparizione di tutte le possibili difficoltà
35% Giovanni Romano BacchinSchiele Art
Se l’ideale operante è qui la *costanza di eventi*, riconoscibili, il sistema idealizza comunque uno *stato di quiete* rispetto al quale un evento può indurre una perturbazione. Si tratta dell’evento inatteso ed imprevisto che crea difficoltà. Esso rappre⋯
Egon Schiele ⋯ Vita, morte
35% Carlo MichelstaedterPoesieSchiele Art
Vita, morte, la vita nella morte; morte, vita, la morte nella vita. Noi col filo col filo della vita nostra sorte filammo a questa morte. E più forte è il sogno della vita – se la morte a vivere ci aita ma la vita la vita non è vita se la morte la morte è⋯
Egon Schiele ⋯ Two Women EmbracedOccuparsi di se stesso significa prodursi, trovarsi
35% FilosofiaGeorg W. Friedrich HegelSchiele Art
il pensiero, sebbene sia ciò che è essenziale, sostanziale, ed efficace, ha a che fare con un’infinita quantità e qualità di oggetti. Esso si dà al più alto grado d’eccellenza allorché s’occupa di ciò che è più degno, di ciò che è proprio dell’uomo, cioè ⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
33% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso “Il piacere del testo” analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a “leggere fino a farsi del male! F⋯
Egon Schiele ⋯ Akt selfLe onde sono innumerevoli
31% Elias CanettiSchiele Art
Il mare è molteplice, è in movimento, ha una sua profonda coesione. La sua molteplicità è nelle onde: molteplici onde lo costituiscono. Le onde sono innumerevoli; chi si trova sul mare è circondato da esse per ogni dove. L’omogeneità del loro movimento no⋯