Gustave Doré ⋯
Voi cittadini mi chiamaste Ciacco:
per la dannosa colpa della gola,
come tu vedi, alla pioggia mi fiacco.

Crediti
 • Dante Alighieri •
  • Ciacco: VI, 52–54 •
 • Pinterest • Gustave Doré  • The Dore Gallery of Bible Illustrations •

Similari
⋯Non so perché
101% PoesieSohrab Sepehri
Non so perché la gente dice che i cavalli sono gentili E i colombi sono belli E nessuno invece alleva avvoltoi. Non so perché un bocciolo di trifoglio È considerato più umile di un tulipano rosso. Dobbiamo lavare i nostri occhi Dobbiamo vedere diversament⋯
Egon Schiele ⋯ La francese
46% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Una donna intelligente. Una donna bella. Conosceva tutte le varianti, tutte le possibilità. Lettrice degli aforismi di Duchamp e dei racconti di Defoe. In genere con un autocontrollo invidiabile, Tranne quando era depressa e si ubriacava, Cosa che poteva ⋯
 ⋯La chioma di Elena
44% Derek WalcottPoesie
Alla fine di questa frase, comincerà la pioggia. All’orlo della pioggia, una vela. Lenta la vela perderà di vista le isole; in una foschia se ne andrà la fede nei porti di un’intera razza. La guerra dei dieci anni è finita. La chioma di Elena, una nuvola ⋯
Egon Schiele ⋯ La visita al convalescente
30% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
È il 1976 e la Rivoluzione è stata sconfitta ma noi ancora non lo sappiamo. Abbiamo 22, 23 anni. Io e Mario Santiago camminiamo lungo una strada in bianco e nero. Alla fine della strada, in un palazzo che sembra uscito da un film degli anni Cinquanta c’è ⋯
⋯ Akira Zakamoto ⋯Il lungo inverno
29% Alfonso GattoPoesie
I bambini che pensano negli occhi hanno l’inverno, il lungo inverno. Soli s’appoggiano ai ginocchi per vedere dentro lo sguardo illuminarsi il sole. Di là da sé, nel cielo, le bambine ai fili luminosi della pioggia si toccano i capelli, vanno sole ridendo⋯
Egon Schiele ⋯ Né crudo né cotto
29% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Come chi fruga in un braciere spento. Come chi smuove i carboni e ricorda. La Tempesta di Shakespeare, però una pioggia senza fine. Come chi osserva un braciere che esala gas tossici in una grande stanza vuota. Anche se, forse, la grandezza della stanza s⋯