Volontà inconsapevole di continuare

In un lampo capii che cosa era quello che chiamano destino: una volontà inconsapevole di continuare quella che per anni ci hanno insinuato, imposto, ripetuto essere la sola giusta strada da seguire.

Crediti
 • Goliarda Sapienza •
 • Pinterest • Christophe Kiciak  •  •

Similari
  ⋯ Roma Town Site
81% PercorsiUldio Calatonaca
Roma, lo dico subito, nell’ultima trentina d’anni è cambiata poco o nulla; o meglio lo ha fatto un po’ in male e un po’ anche in bene. Io, romano che trenta anni fa era ventenne, non capisco cosa è davvero peggiorato: mondezza trasporti sanità delinquenza⋯
 ⋯Panta Rei
35% AnonimoPercorsi
Diceva Eraclito, più di duemila anni fa, che non ci si bagna mai due volte nella stessa acqua di un fiume. Dicevano i Greci, sempre più di duemila anni fa, che l’adunaton, l’impossibile per eccellenza, è che ciò che è avvenuto possa non essere avvenuto. O⋯
Dante Gabriel RossettiAmore puro e autentico
35% PercorsiRené Girard
Un esempio straordinario di desiderio mimetico si trova nel quinto canto dell’Inferno di Dante – nell’episodio di Paolo e Francesca. Come sappiamo, è Francesca a raccontare la storia del loro innamoramento. Francesca è la sposa del fratello di Paolo e ini⋯
 ⋯ Bisogno di perdersi
34% AnonimoPercorsi
A volte ci deviamo su una strada sbagliata, avanziamo alla cieca e quando apriamo gli occhi e ci guardiamo intorno, ci troviamo di fronte ad uno scenario desolante. Improvvisamente si è faccia a faccia con il male, con un buio profondo e terrificante. All⋯
The DhammapadaCosa intendo quando dico solo libertà?
33% Osho RajneeshPercorsi
La libertà può essere di tre tipi, e quei tre tipi devono essere capiti bene. Il primo è la libertà da, il secondo è la libertà per, ed il terzo è soltanto libertà – né da né per. Il primo, libertà da, è una reazione: è orientata al passato; stai lottando⋯
 ⋯ Private unità di misura
28% Oswald SpenglerPercorsi
Il destino, nella vita, viene spesso chiamato “caso”. La volontà di potenza dell’individuo ha nel caso il suo avversario: è il macrocosmo che s’erge sul microcosmo. Sul destino non si può “pensare” alcunché. Non ha alcun senso il tentativo operato dalla s⋯