Andate attraverso il deserto

Egon Schiele ⋯
Credete forse che l’universo è agitato? Andate attraverso il deserto di notte ed osservate le stelle in cielo. Questa pratica dovrebbe rispondere alla domanda. La persona superiore vi deposita la sua mente come l’universo deposita le stelle nel cielo. Collegando la sua mente ⋯

La vita passa nella vita

 ⋯ Lo scritto arriva come il vento: è nudo, è inchiostro, è lo scritto, e passa come nient’altro passa nella vita, niente di più, se non la vita stessa. ⋯

Non è mai un male pensare la verità

Egon Schiele ⋯
Non può essere un male dire la verità; non è un male salvo eccezioni che debbono essere molto limitate e ben giustificate. E certamente non è mai un male pensarla, la verità. ⋯

Un linguaggio viscerale

⋯  ⋯ «C’era bisogno della vita, della morte
C’era bisogno della lirica, bisogno dell’amore,
C’era bisogno di te e della Regina polacca
[…] della vodka e della saliva». Poche, indicative e sintetiche strofe illustrano la poetica di Rafał Wojaczek. In questi quattro versi si cela difatti ⋯

Apparire ciò che non siamo

Egon Schiele ⋯ Portrait of Marga Boemer Diventiamo ridicoli solo quando vogliamo apparire ciò che non siamo. ⋯

Rinascere infinite vite

Reinhard Brandt ⋯
Il filosofo come vero oppositore della mondanizzazione, come distruttore di ogni felicità apparente e allettante, di tutto ciò che è promesso da una tale felicità, cioè come distruttore tra gli uomini degli stati, delle rivoluzioni, delle ricchezze, degli onori, delle scienze, delle Chiese: questo ⋯

Le pratiche della Via Integrale

Egon Schiele ⋯
Gli uomini e le donne che vogliono essere a conoscenza di tutta la verità dovrebbero adottare le pratiche della Via Integrale. Queste discipline onorate nel tempo calmano la mente e conducono l’individuo all’armonia con tutte le cose. La prima pratica è la pratica ⋯

Res Idiotica

 ⋯
I miei studenti sono degli ignoranti. Sono assai simpatici, piacevoli, affidabili, per lo più onesti, benintenzionati e senz’altro per bene. Ma i loro cervelli sono in gran parte vuoti, privi di qualsiasi conoscenza sostanziale che possa considerarsi il frutto di un’eredità o di un ⋯

Cercavo la sapienza nei libri

Egon Schiele ⋯
Lei forse conosceva tutti i segreti che io avevo rifiutato senza nemmeno approfondire, come una misera eredità, per accontentarmi di verità noiose e conclamate. Io cercavo la sapienza nei libri e lei la possedeva negli occhi, che mi guardavano da duemila anni, come la ⋯

Quelle che non ci si può fidare

Vladimir Volegov ⋯
Una donna che non sia una stupida, presto o tardi, incontra un rottame umano e si prova a salvarlo. Qualche volta ci riesce. Ma una donna che non sia una stupida, presto o tardi trova un uomo sano e lo riduce a rottame. Ci ⋯

La vita regge lo specchio all’arte

Egon Schiele ⋯
La vita regge lo specchio all’arte, e riproduce o qualche tipo strano immaginato da un pittore o da uno scultore, o concreta nel fatto ciò che è stato sognato nella finzione. ⋯

Le donne della mia generazione

 ⋯
Le donne della mia generazione
aprirono i loro petali ribelli
non di rose, camelie, orchidee o altre piante
di salottini tristi, di casette borghesi,
di usanze stantie,
ma di erbe pellegrine al vento. Perché le donne della mia generazione fiorirono
per strada, in fabbrica ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi