Abbiamo tempo

 ⋯ Keith Carter ⋯

Lacan e psicosi

 ⋯ Giorgio de Chirico Il titolo di questo testo è una sorta di motto di spirito. C’è un equivoco tra psicosi al singolare e psicosi al plurale, che solleva la questione al singolare se esiste un unità del campo delle psicosi. La risposta al quesito la troviamo sempre ⋯

La morte trasforma la vita in destino

 ⋯ Gabriel Pacheco
L’espressione avere un passato , che lascia supporre un modo di possesso in cui il possidente potrebbe essere passivo, e non stride finché è applicata alla materia, deve essere sostituita da quella essere il proprio passato. Non vi è passato che per un ⋯

Un manager e un esteta

 ⋯ Svela le sue opere in giacca e cravatta, come un impiegato modello. Ha l’aria da bravo ragazzo, non certo da artista tormentato. Eppure è uno tra i protagonisti più celebri e controversi dell’arte dei nostri tempi: è Jeff Koons. Un manager e un esteta, ⋯

Emancipazione dell’umanità verso l’umanità

 ⋯ Facile per una donna mettere la propria vita nelle mani di un uomo non ha che quella che un uomo si degna di toglierle. elle gare dell’emancipazione dell’umanità verso l’umanità che non lasciano scampo a alcuna corrente vera verso la libertà dell’individuo e la ⋯

La cultura è una cosa ben diversa

Egon Schiele ⋯
Bisogna disabituarsi e smettere di concepire la cultura come sapere enciclopedico, in cui l’uomo non è visto se non sotto forma di recipiente da stivare di dati empirici; di fatti bruti e sconnessi che egli poi dovrà casellare nel suo cervello come nelle colonne ⋯

Lo stile è la cosa

 ⋯ Elliott Erwitt
Io dicevo: Lo stile è la cosa, e intendevo per cosa quello che più tardi ho chiamato l’argomento o il contenuto. Se lo stile è l’espressione, questa prende la sua sostanza e il suo carattere dalla cosa che si vuole esprimere: lì è ⋯

Passaggio di orme

Egon Schiele ⋯ Zavorra del falso, non servono ad altro se non a farci essere inutili. Sono dubbi dell’abisso che appiattiti nell’animo trascinano pieghe sonnolente e fredde. Hanno durata di fumo, passaggio di orme, e altro non c’è se non l’essere esistiti nella sterile sostanza della consapevolezza ⋯

È come il mattino

 ⋯ Gustave Courbet
Queste dure colline che han fatto il mio corpo
e lo scuotono a tanti ricordi, mi han schiuso il prodigio
di costei, che non sa che la vivo e non riesco a comprenderla.
L’ho incontrata, una sera: una macchia più chiara
sotto le stelle ⋯

Lo si valuti bene!

Egon Schiele ⋯
Per l’uomo è impossibile soddisfare il proprio appetito sessuale, dal suo nascere fino alla fine, in modo legittimo. A meno che non diventi vedovo presto. Per la donna limitarsi a un unico uomo, nel fiore degli anni e per il breve tempo della sua ⋯

L’incompletezza dei sistemi formali

 ⋯ Elliott Erwit
Gödel, cui Enzensberger dedica un poetico omaggio dopo aver corrisposto direttamente con lui sull’argomento, dimostra come la logica matematica possa essere spunto per le riflessioni di un uomo intelligente e sensibile, non semplicemente un letterato. Nella poesia, le scoperte di Gödel sull’incompletezza dei sistemi ⋯

Utopia

Egon Schiele ⋯
Isola dove tutto si chiarisce.
Qui ci si può fondare su prove.
L’unica strada è quella d’accesso.
Gli arbusti fin si piegano sotto le risposte.
Qui cresce l’albero della Giusta Ipotesi
con rami districati da sempre.
Di abbagliante linearità è l’albero del Senno
presso ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi